“Salvini il sud ti schifa”. E ancora “infame razzista”. Sgradita sorpresa per l’esponente di ‘Riprendiamoci il Futuro’ Luigi Cipriani che questa mattina ha trovato la sede del suo movimento, al Libertà fra via Trevisani e via Nicolai, imbrattata da frasi oltraggiose.

Cipriani è entrato nel mirino dei vandali dopo il suo appello al ministro degli Interni Matteo Salvini: al vicepremier aveva denunciato la situazione di degrado e abbandono del quartiere Libertà mettendo nel mirino gli immigrati irregolari.

“Non mi intimoriscono – dice però Cipriani – io sono dalla parte di cittadini e commercianti che vogliono vivere onestamente. Non siamo contro tutti gli immigrati ma contro gli irregolari. Dobbiamo cacciare chi non si integra”.

print

1 COMMENTO

  1. Si può essere in disaccordo con Cipriani anche senza imbrattargli la saracinesca e quindi facendogli un sacco di pubblicità praticamente gratis.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here