Bufera sulla Asl barese. Il commissario dell’azienda sanitaria, Vito Montanaro, e il responsabile dell’anticorruzione, Luigi Fruscio, sono stati arrestati nell’ambito di una maxi inchiesta della procura di Matera su concorsi e forniture della Asl Lucana. Entrambi adesso sono agli arresti domiciliari.

L’inchiesta nel complesso ha portato all’emissione di 30 provvedimenti cautelari: 2 in carcere, 20 agli arresti domiciliari e 8 obblighi di dimora. Tra i reati contestati quelli di abuso d’ufficio, falso ideologico, truffa aggravata, turbata libertà degli incanti e corruzione.

In particolare, il filone che vede coinvolte il manager barese riguarderebbe l’assunzione del responsabile dell’Anticorruzione dell’Asl Bari, il 40enne avvocato barlettano Luigi Fruscio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here