Ridotta la pena per il boss Savino Parisi. La Corte di Appello di Bari, durante la sentenza del processo “Domino”, ha infatti deciso di passare da 10 a 8 anni di reclusione per il capo clan di Japigia, accusato di associazione mafiosa e traffico di droga. Savinuccio fu arrestato il primo dicembre 2009 insieme ad altre 82 persone.

Durante l’udienza i giudici hanno anche assolto tre imputati: Giacinto Carvutto, Nicola Settanni e Matteo Radogna. In più è stata ridotta la pena nei confronti dei pregiudicati Battista Lovreglio, da 9 a 7 anni, e Nicola Iandolo, da 10 anni e 6 mesi a 2 anni. In più sono state confermate le condanne nei confronti di altri tre imputati accusati a vario titolo anche di usura, estorsione, ricettazione e armi: Pasquale Lazzazzera a 5 anni di reclusione, Luigi Spinelli e Antonio Paolo Zefferino a 7 anni e 6 mesi.

La Corte ha disposto la revoca della confisca sia di un appartamento a Valenzano di proprietà del boss che dei beni, immobili, auto e oggetti preziosi anche per gli altri imputati assolti.

Durante l’udienza sono stati confermati, per i sei condannati, i risarcimenti danni nei confronti delle costituite parti civili, Comune di Bari, Città Metropolitana, Fondazione Antiusura San Nicola e Santi Medici e Associazione provinciale Antiracket di Bari.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here