Momenti di tensione alle case popolari di via Glomerelli, questa mattina, quando gli operai inviati dall’Arca hanno iniziato i lavori per la costruzione della strada interna provvisoria, richiesta a gran voce dagli inquilini dei civici 23, 21 e 19. Sul posto Polizia Locale, referenti dell’Agenzia Regionale e l’amministratore degli immobili dell’intercondominio di via Bruno Buozzi interessati dal passaggio della strada.

Gli inquilini di questi ultimi immobili, infatti, si sono opposti alla realizzazione dell’opera, seppure provvisoria, perché al tempo stesso non si è provveduto a dare seguito alle loro rivendicazioni.

Le 123 famiglie degli immobili con affaccio su via Bruno Buozzi reclamano un intervento immediato del Comune di Bari, che a loro dire deve accollarsi le spese di manutenzione, pulizia e illuminazione dei giardini che si trovano all’interno dell’area, a quanto pare una promessa scritta fatta già 5 anni fa dall’amministrazione prima ancora che gli immobili di strada Glomerelli venissero costruiti.

L’alternativa, dicono i residenti, sarebbe quella di abbattere il vecchio muro di strada Glomerelli in modo da allargare la carreggiata, rendendola più sicura, e ricavare appunto il marciapiede di passaggio da via Glomerelli a via Buozzi senza essere travolti da camion e auto di passaggio.

Al centro delle contestazioni c’è anche quell’area franca attraversata dalla strada provvisoria trasformata ormai in una discarica a cielo aperto, un’area che nessuno per il momento si è preso carico di manutenere. Sul posto è stato chiesto l’intervento dell’Amminstrazione comunale, nel frattempo i lavori restano bloccati.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here