L'ospedale San Paolo di Bari.

Ha un infarto mentre è allo sportello del Cup e viene salvato dall’intervento immediato dei sanitari del Pronto Soccorso dell’ospedale San Paolo. L’uomo, di circa 65 anni, si sente male. Ad accorgersi che poteva essere un problema cardiaco, in un soggetto cardiopatico, è l’infermiere. I sintomi a suo dire non lasciano far presagire niente di buono. La diagnosi è confermata a stretto giro dal primo elettrocardiogramma.

Non siamo a conoscenza delle ragioni che hanno spinto all’intervento diretto il personale del pronto soccorso, evitando come spesso succede di chiamare il 118 pur essendo un fatto accaduto in ospedale, ma la circostanza potrebbe aver salvato la vita all’infartuato.

Accertato il problema, l’anziano è stato trasportato nel giro di mezzora nella sala di Emodinamica e preso in carico dai cardiologi del reparto. Golden hour rispettata e paziente salvo. Fosse successo in un ospedale senza emodinamica, come l’ospedale della Murgia, staremmo a raccontare una storia con un diverso finale. Il resto sono chiacchiere e proclami.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here