Il video sta diventando virale. Una donna, forse la mamma di uno dei bambini che stavano prendendo a pallonate le serrande di alcuni negozi in piazza Risorgimento, irride e dà del “coglione” al rappresentante della Polizia Locale intervenuto sul posto per cercare di ripristinare la normalità.

Offese e risate a crepapelle continuano e finiscono in rete accumulando decine di migliaia di visualizzazioni. Non è solo la donna a prendere a scagliarsi verbalmente contro la pattuglia della Polizia Locale.

Una brutta immagine, che inquina ancora una volta la parte migliore del quartiere Libertà. La Polizia Locale sta procedendo all’identificazione di chi ieri sera ha oltraggiato i pubblici ufficiali.

print

5 COMMENTI

  1. La solita feccia barese, invito a leggere i commenti su FB e gli epiteti con cui ci definiscono da altre città. Il problema è che poi ci identificano tutti con queste donne dei clan, che hanno imparato anche a usare i social per esibire la loro forza di intimidazione.

  2. Queste persone dipingono Bari come il degrado della società, spacciando il sbagliato per giusto e il giusto per sbagliato. A confronto un uomo sapiens avrebbe avuto più criterio al riguardo.

  3. Notevole anche la frase del soggetto con maglietta blu che invita l’ufficiale dei vigili a “togliersi la divisa” per regolare meglio la faccenda a modo suo. Dire a pericolosamente le mani vicino al vigile e poi viene allontanato. Ma il vigile avrebbe dovuto chiamare rinforzi e prendere le generalità di tutti questi gentiluomini nullafacenti e non cadere nelle risposte in vernacolo pure lui.

  4. Però ci vuole anche uniformità di comportamento da parte dei vigili: pochi giorni fa un benzinaio è stato portato di forza in manette al comando (pare gli abbiano fatto male a un braccio) e a questi invece non gli fanno nulla. Se ne vanno e basta.

  5. “…La Polizia Locale sta procedendo all’identificazione di chi ieri sera ha oltraggiato i pubblici ufficiali…”
    chissà perchè ma sento che non identificheranno nessuno e lasceranno correre come sempre

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here