Codice della strada in costante cambiamento, anche gli agenti della Polizia Locale devono stare al passo coi tempi e quindi aggiornarsi. A Sammichele di Bari, su iniziativa del Comando locale guidato dal maggiore Domenico D’Arcangelo, si è svolto un corso facoltativo riservato agli operatori, finiti spesso sulla graticola mediatica anche per certi atteggiamenti più volte denunciati, come per esempio la postazione dell’autovelox imboscata o il cartello di segnalazione del rilevatore di velocità posizionato a ridosso della postazione e non come indicato dalle norme.

Gli strumenti in dotazione agli agenti sono in aumento ed evoluzione, motivo per cui anche loro hanno bisogno di capire utilizzarli al meglio e soprattutto come rispettare le norme che ne regolamentano l’utilizzo. Al centro di tutto la così detta direttiva Minniti, che fissa nuove regole sulla gestione degli autovelox e punta a garantire l’azione coordinata delle varie Forze di Polizia.

Nei centri abitati, per esempio, non sono consentite postazioni per il controllo della velocità, diversamente dall’utilizzo di sistemi come il telelaser che misurano la velocità in avvicinamento e per cui la contestazione della violazione deve essere immediata.

Su tutto vige un concetto basilare, ripetuto più volte durante tutta la giornata di formazione, l’attività di controllo deve essere sistematica e non occasionale, come a voler dire: no alle multe per fare cassa e sì all’educazione e al rispetto dei limiti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here