Pistola in pugno fa irruzione a volto coperto nella pizzeria Bistrot, in via Dante, minaccia il personale e scappa a piedi col cassetto del registratore sottobraccio. L’ultima rapina, come tante altre solitaria, è stata messa a segno ieri notte, intorno alle 23.40.

Il malvivente ha aspettato che uscissero dal locale anche gli ultimi clienti, poi, impugnando una pistola e indossando un passamontagna, è entrato nel locale iniziando ad urlare: “Apri la cassa, apri la cassa”, col tipico accento barese.

Il registratore non si apriva, così il rapinatore ha preso il cassetto dell’apparecchio ed è fuggito mettendoselo sottobraccio. All’interno c’era buona parte dell’incasso di giornata. Ennesimo colpo ai danni di piccoli commercianti costretti a fare i salti mortali per portare avanti la propria attività.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here