Sospetta frattura da schiacciamento. La prima diagnosi scritta dal medico del pronto soccorso, fa crescere il dubbio sulle modalità dell’ammanettamento riservato a Claudio Forte.

L’incensurato titolare della stazione di servizio Q8 in via Giuseppe Sangiorgi, era andato in ospedale per via del dolore al polso. L’uomo è accusato di non aver fatto la raccolta differenziata pur avendo chiesto una dozzina di volte la fornitura degli appositi cassonetti.

Un situazione che gli ha fatto perdere la bussola al momento in cui gli agenti della Polizia Locale si sono presentati nella sua attività per elevare il verbale. “Il medico mi ha prescritto un altro esame in modo da accertare la frattura e ingessare il braccio”, spiega il commerciante.

“L’amarezza più grande – continua Forte – è aver ricevuto solo stamattina, dopo il vostro intervento i cassonetti stradali per poter effettuare la raccolta differenziata. Sono profondamente amareggiato, perché la cosa si sarebbe dovuta risolvere in un’altra maniera. Andrò fino in fondo perché è stato calpestato un mio diritto”.

Pur avendolo visionato, per ovvie ragioni non possiamo mostrarvi il video che immortala quanto successo all’interno della stazione di servizio. Siamo in ogni caso certi del fatto che la magistratura avrà un valido supporto per determinare quanto realmente successo e ristabilire la verità dei fatti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here