Il sequel di Lupin in pieno centro a Bari. Purtroppo non si tratta del lancio di un nuovo film sul noto ladro gentiluomo, ma di cronache di vita quotidiana che di “gentile” non hanno proprio nulla.

Piazza Moro, Piazza Umberto e Via Crisanzio infatti si sono trasformate in terra di conquista per una ventina di georgiani. Il video non lascia spazio ad alcun dubbio: l’uomo entra nel negozio e con grande disinvoltura nasconde sotto la giacca e nei pantaloni, profumi, orologi, occhiali da sole e persino un bastone. Questo è solo uno dei tanti filmati di denuncia di alcuni commercianti.

Una banda particolarmente attiva che dissemina da mesi terrore tra i proprietari delle attività commerciali. Prendono di mira un negozio e lo assaltano approfittando di un attimo di distrazione del proprietario: basta allontanarsi pochi secondi dal bancone per essere derubati. Un danno tanto economico quanto d’immagine perché la presenza costante di questi elementi rischia di dissuadere la clientela.

Prestigiatori di professione, che sanno far sparire qualsiasi oggetto con maestria, totalmente incuranti dell’occhio vigile delle telecamere che li hanno in più occasioni immortalati. Così è scattata la caccia al ladro: il ricercato numero 1 è il “Carlo Conti georgiano”, seppur in una versione meno colorita dell’originale.

Lo abbiamo cercato nelle zone in cui è stato avvistato più volte per ottenere delle spiegazioni, ma né lui né gli altri membri della sua gang sono usciti allo scoperto. Molti negozianti sono preoccupati perché temono che, pur colti in flagranza, potrebbero tornare presto al “lavoro”.

Le nostre grossolane indagini non ci hanno permesso di fare giustizia, ma per lo meno di diffondere il volto di uno dei ladri e renderlo riconoscibile a negozianti e avventori. Adesso i cittadini si aspettano che la palla passi nelle mani delle Forze dell’ordine.

print

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here