I funzionari dell’Ufficio delle Dogane di Bari con la collaborazione dei militari della Guardia di Finanza hanno sequestrato 15.830 kg di scarti di carta e cartone. Il carico, trasportato su un autoarticolato bulgaro proveniente dalla Grecia, aveva quale mittente una ditta svizzera con sede a Losanna e destinatario una società della provincia di Lucca.

Dall’esame della documentazione e dal controllo fisico della merce si è accertato che il gestore della spedizione ha violato varie disposizioni del Regolamento (CE) n. 1013/2006 tra le quali l’obbligo, per tali spedizioni, di essere accompagnate da specifiche informazioni circa l’origine, la destinazione, l’itinerario e la tipologia di trattamento cui assoggettare i rifiuti nel luogo di destinazione.

Il legale rappresentante della società importatrice è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria quale responsabile del reato di traffico illecito di rifiuti.