La neve di queste ultime ore ha creato diversi disagi in molti comuni della provincia barese. I più colpiti sono stati i ragazzi che, costretti ad andare a scuola, hanno dovuto fare i conti con i riscaldamenti mal funzionanti.

Ad Acquaviva, uno dei paesi più colpiti dall’ondata di gelo siberiano, la preside della scuola Don Milani, la professoressa Francesca Santolla, nonostante la situazione stesse diventando al quanto critica, non ha ritenuto opportuno far uscire i ragazzi da scuola, creando diversi disagi soprattutto per chi usa i mezzi pubblici.

“Solo dopo la nostra autorizzazione – spiega uno dei genitori – la preside ha concesso l’uscita ai ragazzi senza preoccuparsi se avessero preso o no i mezzi per tornare a casa. Per il ritardo, tutti gli studenti sono rimasti all’addiaccio nell’attesa dell’arrivo dei pullman per oltre un’ora”.

“Venuti a conoscenza di quanto stesse accadendo – continua – abbiamo chiamato la preside infuriati per la situazione che si era venuta a creare. Dopo la nostra chiamata ha mandato tre professori alla fermata per accertarsi che i ragazzi fossero partiti”.

“Tutto ciò è inaudito – conclude il genitore – in altre scuole i presidi si sono presi la responsabilità di farli uscire prima per evitare che gli studenti avessero problemi con i mezzi”.

Siamo a disposizione dell’istituto qualora i dirigenti volessero fornirci dei chiarimenti in merito alla questione. Purtroppo oggi, con le scuole chiuse, ci è impossibile contattare la professoressa Santolla per capire la sua versione dei fatti.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here