Continuano le operazioni di controllo a tappeto dei Carabinieri per prevenire lo spaccio di sostanze stupefacenti. Mercoledì sera a Carbonara, nelle vicinanze dell’Ospedale di Venere, una pattuglia del Nucleo Radiomobile ha arrestato un 22enne del luogo sorpreso mentre, dietro corrispettivo di 10 euro, cedeva una dose di hashish a un coetaneo che è stato segnalato alla locale Prefettura quale assuntore di sostanze stupefacenti.

La successiva perquisizione domiciliare a carico del primo giovane. consentiva di rinvenire, un panetto di hashish del peso di 94 grammi, nonché un bilancino di precisione e buste in cellophane custodite in un cassetto. Il giovane è così finito agli arresti domiciliari per essere giudicato con rito direttissimo.

Alle prime luci dell’alba di ieri, invece, in via Orazio Flacco un’altra pattuglia del Nucleo Radiomobile ha fermato, per un normale controllo, un’utilitaria con a bordo due giovani rispettivamente di 21 e 22 anni, quest’ultimo sottoposto alla misura di prevenzione dell’Avviso Orale, con il divieto di detenere cellulari.

I due non sono riusciti a nascondere ai militari la loro insofferenza e nervosismo, tanto da insospettire i Carabinieri che, una volta identificati, hanno deciso di procedere ad un più accurato controllo. A seguito di una perquisizione personale e su autovettura, dalla scarpa destra di uno dei due sono saltate fuori due dosi di cocaina mentre sotto il sedile dell’altro sono state rinvenute altre 5 dosi della stessa sostanza, oltre ad un telefono cellulare di cui R.N. non poteva disporre. Entrambi gli arrestati dovranno rispondere di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti con rito direttissimo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here