Alla vigilia della prima udienza del processo che dovrà accertare la verità sulla gestione di Base Pizza U-Tub, l’azienda di Gravina leader nella fabbricazione di basi per pizze e pucce, il clima è particolarmente teso.

Sabato pomeriggio l’imprenditore Angelo Lazazzera, che accusa gli ex soci di averlo truffato per circa un milione e mezzo di euro, riducendo l’azienda sul lastrico, ha distribuito volantini all’esterno dello stabilimento. Un testo particolarmente forte, come quelli che fin dall’inizio della sua denuncia Lazazzera ha iniziato a pubblicare su Facebook.

Non sono mancati momenti di tensione con alcuni dipendenti, evidentemente preoccupati di conservare il proprio lavoro. In pochi hanno voluto rispondere alle nostre domande, confermando l’aria nello stabilimento sia diventata pensante. L’appuntamento è martedì 14 novembre, alle 9, in Tribunale.

Durante la distribuzione dei volantini c’è stato anche un faccia a faccia tra Gianni Aliano e l’ex socio Angelo Lazazzera. Aliano ha chiamato il 112 mentre Lazazzera continuava a rivolgergli accuse pesantissime. Abbiamo provato a raccogliere la sua versione dei fatti, così come avevamo provato col fratello Vito in occasione del blitz della Guardia di Finanza, ma purtroppo non ci è stata data alcuna risposta.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here