Saranno sottoposti domani agli interrogatori di garanzia, dinanzi ai due giudici che hanno emesso le ordinanze cautelari Giovanni Anglana e Francesco Agnino, gli arrestati nell’ambito dell’operazione Pura Defluit, che ha travolto, tra gli altri, il sindaco di Altamura Giacinto Forte e il vicesegretario del Pd di Acquaviva delle Fonti Ottorino Tisci.

Gli accertamenti di Guardia di Finanza e Carabinieri, coordinati dai pm Marco D’Agostino e Claudio Pinto, intanto vanno avanti, gli investigatori vogliono verificare eventuali responsabilità in merito ad altri presunti appalti truccati.

Tra le decine di presunte procedure illecite finite sotto la lente di ingrandimento della magistratura, le indagini, in particolare, si starebbero concentrando sulle assunzioni negli enti locali, su un bando da 1 milione e 400mila euro per il Comune di Altamura nell’ambito del progetto ‘Periferie Aperte’ della Città Metropolitana di Bari e sugli incarichi alle cooperative amiche.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here