Anche quest’anno un vero e proprio fiume rosa ha invaso il centro di Bari. Sono più di 16mila tra runners, appassionati e semplici curiosi che hanno partecipato alla “Race for the Cure 2017”, la corsa organizzata da Susan G.Komen Italia per promuovere la lotta contro il tumore al seno.

Una vera e propria festa per le vie del centro barese con partecipanti e simpatizzanti che hanno voluto prendere parte alla giornata di festa anche se non correndo, manifestando un senso di appartenenza ad una comunità che ogni anno si ritrova sempre più numerosa.

È stato Drame Fousseni a tagliare il traguardo per primo, scendendo sotto il tetto dei 15 minuti. Seguito a ruota da Vito Sardella, runner storico della Race for the Cure e Michele Vino. Per le donne a salire sul podio sono state: Viola Cristiana, Mariangela Ceglie e Pina Fornarelli. Mentre la vincitrice delle donne in rosa è stata Carla Totorizzo, seguita da Assunta Zonno e Rosalia Colabufo.

Venerdì e sabato, invece, cuore della manifestazione è stato il Villaggio della Salute dove più di 500 donne si sono sottoposte a visite di controllo, consulti, mammografie e ecografie internistiche di collo, tiroide e addome sotto la supervisione dell’equipe coordinata da Francesco Minerva e Lucia Bonfrate.

“Questa è la dimostrazione inequivocabile che ormai questo evento è sentito dalla città – ha detto il presidente del comitato regionale della Susan G. Komen, Vincenzo Lattanzio – Vedere migliaia di persone che corrono con noi per sconfiggere il tumore al seno è la soddisfazione più grande”.

“Ormai sono tantissimi anni che vengo a Bari – sottolinea la madrina della manifestazione, Rosanna Banfi – ogni anno la partecipazione è sempre maggiore. Qui a Bari c’è una grande vivacità, colori e donne prepotenti nella loro fisicità”.

 

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here