Smembravano e cannibalizzavano autovetture rubate per occultarne la provenienza delittuosa. I Carabinieri, però, li hanno beccati in flagranza di reato e hanno fermato l’intera banda in un deposito nelle campagne di Adelfia.

I militari hanno fatto irruzione all’interno di un deposito in Contrada Montelarino, sorprendendo 6 giovani intenti a smantellare due autovetture, di identico modello, di cui una interamente cannibalizzata e l’altra, oggetto di furto, presentante le targhe dell’altra, in modo tale da non far risultare la provenienza furtiva.

Alla vista dei Carabinieri, la banda ha tentato la fuga per le campagne ma sono stati inseguiti a piedi dai militari che hanno bloccato quattro membri, tutti adelfiesi e di età compresa tra i 19 e 27 anni. I due in fuga, invece, hanno le ore contate.

Oltre alle due autovetture, i Carabinieri hanno rinvenuto arnesi atti allo smembramento dei veicoli ed ulteriori parti di autovetture, su cui sono in corso accertamenti finalizzati a risalire alla loro provenienza.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here