palazzo san michele
Una foto di Palazzo San Michele a Bari vecchia

Incidente sul lavoro alla Fondazione Petruzzelli di Bari, nella sede di Palazzo San Michele, nel centro storico di Bari. Una delle signore che si occupano delle pulizie degli immobili di proprietà della Fondazione ha fatto un volo di un paio di metri, che le ha causato diverse fratture alle vertebre, per fortuna senza conseguenze drammatiche. La vittima è Anna Macchi, barese di 51 anni, che insieme alle colleghe in passato aveva protestato per avere un trattamento più dignitoso, oggi dipendente della ditta “Meridionali Servizi”. La signora Macchi è diventata suo malgrado famosa anche perché nel febbraio del 2014 gettò nella spazzatura quattro opere d’arte esposte in una rassegna in corso nella sala Murat di Bari. L’addetta alle pulizie le scambiò per rifiuti.

Assurda la causa dell’incidente. La Macchi stava guadagnando l’uscita alla fine del turno di lavoro quando, scendendo le scale, ha messo il piede in fallo nello spazio lasciato aperto dall’azienda che si stava occupando di alcuni lavori di manutenzione e della sostituzione di alcuni vetri a pavimento. Gli operai, infatti, avevano tolto un vetro senza lasciare alcun cartello che segnalasse il pericolo. La donna ci è finita dentro. Quando gli operai sono rientrati, l’hanno sentita urlare per il dolore, mentre alcuni colleghi erano accorsi per aiutarla.

Sul posto, oltre ai sanitari del 118, sno intervenuti anche agenti della Polizia e ispettori dell’Ufficio del Lavoro, che avranno il compito di individuare eventuali responsabilità. “Nessuno dei dipendenti interni al Petruzzelli ha responsabilità per quanto accaduto – spiega il sovrintendente Massimo Biscardi -. Siamo profondamente rammaricati per quanto successo ed esprimo la mia personale vicinanza alla signora Macchi”.

Secondo una prima ricostruzione pare che la ditta avesse avvertito dell’intervento, senza tuttavia spiegare a nessuno di quale natura fosse. Evidentemente la pericolosità dei lavori è stata sottovalutata.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here