La Procura di Bari ha chiuso le indagini sulle presunte tangenti in cambio di appalti al teatro Petruzzelli di Bari. Il pm Fabio Buquicchio contesta a vario titolo a otto persone, tra le quali l’ex direttore amministrativo del teatro, Vito Longo, sua moglie Antonella Rinella, ex capo di gabinetto del Comune di Bari, e sei imprenditori baresi, i reati di corruzione, turbativa d’asta, peculato e riciclaggio.

Nel gennaio scorso furono arrestati Longo e i quattro imprenditori Franco Mele, Nicola Losito, Giacomo Delle Noci e Vito Armenise per presunte mazzette pagate all’ex direttore amministrativo fra ottobre e dicembre 2015 per complessivi 20mila euro per l’affidamento dei servizi di pulizia, di trasporto e facchinaggio. Dopo gli arresti gli imprenditori hanno consentito di ricostruire tangenti pagate fin dal 2010 per oltre 410mila euro. Longo e sua moglie sono accusati di peculato per aver speso per sei anni per uso personale circa 1.500 euro mensili di soldi della Fondazione.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here