Trifone Ragone e Teresa Costanza, uccisi a Pordenone il 17 marzo del 2015.

È iniziato questa mattina, a Udine, il processo che vede imputato di fronte la Corte di Assise, Giosuè Ruotolo, il militare 27enne accusato dell’omicidio dei fidanzati Trifone Ragone e Teresa Costanza, avvenuto a Pordenone a marzo del 2015.

In aula, oltre l’imputato, anche i genitori di Teresa Costanza e il fratello di Trifone. Secondo quanto appreso dall’ANSA, per l’avvocato della famiglia Ragone la posizione di Ruotolo si sarebbe aggravata.

A quanto appreso, infatti, così come ha sottolineato il legale, ci sarebbero “nuovi e pesantissimi indizi che schiacciano alla sua responsabilità il militare in carcere a Belluno. Si ha ormai la certezza che i messaggi molesti verso Teresa siano stati inviati da postazioni appartenenti alla caserma dove lavorava Giosuè che, nei giorni in cui sono stati inviati, era al lavoro”.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here