«Questa strage non è stato altro che un attentato alla vita dei nostri cari, voluto da terroristi che in questo caso sono dirigenti corrotti non differenti dall’Isis». Daniela Castellano, figlia di Enrico il funzionario del Banco di Napoli in pensione deceduto nel disastro ferroviario tra Andria e Corato il 12 luglio scorso, ha rilasciato all’Ansa delle dichiarazioni durissime.

«Ho letto che la Regione Puglia nel 2014 ha dato 20 milioni di euro alla Ferrotranviaria – ha aggiunto – la Regione non ha controllato come venivano spesi questo soldi e Ferrotranviaria non sappiamo come li abbia usati». Parole verosimilmente non dettate dall’impulso di un momento, a distanza di oltre una settimana dalla tragedia ormai.

Daniela castellano ha anche fatto sapere che è in corso l’organizzazione di una fiaccolata per ricordare le 23 vittime dell’incidente, in programma martedì 26 luglio a Bari, alle 20.30 in piazza Diaz: «Faremo volare anche 23 palloncini e lanterne cinesi – spiega – sto facendo il possibile per coinvolgere tutti i parenti anche se molti sono ancora in forte stato di choc».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here