L’inchiesta sul giro di tangenti che per anni avrebbe attanagliato il teatro Petruzzelli di Bari sembra essere arrivata ad una svolta decisiva. Giacomo Delle Noci e Vito Armenise, due dei quattro imprenditori arrestati a gennaio, dieci giorni fa avevano chiesto di essere ascoltati dal pm Fabio Buquicchio. Nel corso dell’interrogatorio avvenuto in queste ore i due hanno ammesso di aver versato delle mazzette per aggiudicarsi alcuni appalti all’interno del teatro.

I due, agli arresti domiciliari per corruzione, avrebbero pagato oltre 200mila euro ed i soldi, secondo quanto raccontato dagli imprenditori, sarebbero stati versati nelle tasche dell’ex direttore amministrativo Vito Longo.

Delle Noci e Armenise hanno rilasciato le loro dichiarazioni davanti al pm Fabio Buquicchio, al consulente tecnico nominato dalla Procura, Marco Amenduni, e agli agenti della Digos e calcolatrice alla mano risulterebbe che, nel giro di tre anni, avrebbero versato circa 100mila euro a testa in cambio di appalti per pulizie e servizio di facchinaggio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here