È andata a finire male la rapina al supermercato Eurospin di Triggiano per i tre banditi, arrestati dalla polizia in flagrana di reato. I poliziotti hanno messo le manette ai polsi di Lorenzo Catalano, 35 anni; Antonio De Lellis, 18 anni e Antonio Saliano, 26 anni, tutti con precedenti di polizia. L’accusa è quella di rapina aggravata in concorso e ricettazione, mentre Catalano dovrà rispondere anche della violazione della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno.

Ieri, intorno alle ore 18, un poliziotto in borghese era all’interno del parcheggio del supermercato Eurospin, quando ha notato una Fiata Punto con il motore acceso, ferma vicino all’ingresso e con un uomo alla guida. Uomo che, subito dopo, è stato raggiunto da quelli che si sarebbero rivelati i complici della rapina. In testa avevano ancora i passamontagna e una pistola in pugno. L’agente, in collegamento con la Sala operativa, accertato che era stato appena messo a segno il colpo, ha deciso di inseguire il mezzo in fuga, che a forte velocità si dirigeva in direzione di Bari.

Man mano dava indicazioni per riuscire a farsi intercettare dai colleghi. Giunti al quartiere Japigia, la Punto con i tre rapinatori a bordo è stata bloccata dagli equipaggi della Squadra Mobile, delle Volanti e del Reparto di Prevenzione Crimine. Durante l’arresto il rapinatre che era alla guida è riuscito a fuggire, ma gli investigatori sono riusciti a risalire a lui e ad arrestarlo dopo essersi appostati in alcuni dei luoghi frequentati dall’uomo.

Al momento dell’arresto Saliano aveva ancora il giubbotto indossato al momento della rapina. Nel cruscotto dell’auto è stata trovata la pistola, risultata un’arma giocattolo, un passamontagna, due paia di guanti e numerose monete e banconote per un ammontare complessivo di 1.515 euro. Il bottino della rapina. Catalano, invece, il 5 diembre 2013, era stato arrestato per porto e detenzione di arma clandestina poco prima di rapinare lo stesso supermercato.

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here