Immagini ObiettivoFotografia di Antonello Leo

Tanto tuonò che piovve. Dopo le proteste, le assemblee pubbliche, le varie richieste di chiarimenti da parte del Ministero degli Interni, dell’Autorità di Bacino e perfino dei Vigli del Fuoco, la Procura di Bari ha aperto un’inchiesta.

Dopo aver ricevuto un esposto, a quanto pare anche ben dettagliato, il pm Baldo Pisani ha deciso volerci vedere chiaro in quello che, secondo l’amministrazione del Comune, sarà un contenitore culturale, mentre per gli oppositori, tra cui la minoranza di centrosinistra, sarà “solo” un ecomostro in una zona sottoposta a vicolo e considerata Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Proprio questo, tra le altre cose, è uno dei nodi da sciogliere, dato che ogni opera deve essere preventivamente comunicata all’Unesco, pena la possibile perdita del prezioso status.

Mentre la Polizia Municipale, su delega del magistrato, sta stilando una prima informativa, Pisani vuole cercare di capire se le procedure per avviate per la realizzazione del progetto siano state fin qui regolari.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here