I Carabinieri di Molffetta hanno arrestato una 27enne del posto con l’accusa di tentanta rapina impropria. L’assurdità sta nel fatto che la donna al momento dell’irruzione nell’abitazione di due anziani molfettesi aveva un bambino in braccio. Questo non le impedì di assaltare l’abitazione della coppia 80enne il 19 febbraio scorso. Una volta dentro la casa, dopo aver minacciato i due e spinto l’uomo sul divano, cominciò a rovistare nei cassetti. Le urla delle vittime costrinsero la donna a scappare. Ad allertare i carabinieri, che avviarono subito le indagini, fu una chiamata al 112 fatta proprio dai due anziani. Tante e schiaccianti le prove raccolte a suo carico. Alla 27enne sono stati concessi gli arresti domiciliari.