Una pattuglia dei Carabinieri, durante un servizio di controllo, ha notato che in contrada Madonna delle Grazie, a Bitonto, due persone stavano abbattendo alcuni alberi. Alla vista dei militari, i malviventi si sono infilati nel loro furgoncino per scappare. Poi hanno abbandonato il mezzo nel tentativo di dileguarsi fra i campi.

Il perché della fuga è presto detto. I due, muniti di motosega, avevano abbattuto una decina di ulivi secolari per ricavarne legna da ardere. Per fortuna, uno di loro è stato riconosciuto. Si tratta di un 28enne di Bitonto, già noto alle Forze dell’Ordine, tratto poi in arresto con l’accusa di furto aggravato in concorso. Su disposizione della Procura della Repubblica di Bari, il giovane è stato sottoposto ai domiciliari.

La refurtiva, invece, recuperata, è stata restituita al legittimo proprietario, mentre sono in corso accertamenti volti ad individuare il complice.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here