Si è concluso con 13 arresti e due denunce un servizio straordinario di controllo del territorio disposto dai Carabinieri di Bari. L’’attività è finalizzata a garantire la sicurezza di tutti i quartieri e a contrastare la piaga dello spaccio di droga.

Sul Lungomare Crollalanza, nei pressi di un locale pubblico, i carabinieri del Nucleo Radiomobile hanno sorpreso un 22enne di Barivecchia e un 19enne del quartiere Carrassi mentre cedevano una dose di marijuana a un giovanissimo acquirente, poi segnalato alla Prefettura quale consumatore di stupefacenti. La successiva perquisizione, personale e domiciliare, ha permesso di rinvenire e sequestrare altri 15 grammi di marijuana e uno di cocaina, oltre a 380 euro in contanti, ritenuti provento dell’attività illecita. Tratti in arresto, i due, su disposizione della Procura della Repubblica di Bari, sono stati sottoposti agli arresti domiciliari.

Nel quartiere Madonnella, invece, due fratelli di 32 e 23 anni, entrambi sorvegliati speciali, sono stati trovati in possesso di 22 grammi di cocaina, 70 grammi di hashish, 7 grammi di marijuana e 2 di eroina, oltre a 700 euro in contanti.

A Barivecchia è stato arrestato un 26enne già detenuto ai domiciliari, il quale, durante un servizio di osservazione, è stato sorpreso nel lanciare dalla finestra della propria abitazione una dose di cocaina a un 40enne della zona, poi segnalato alla Prefettura quale consumatore di droga. Per il medesimo motivo per altre due persone dello stesso quartiere, sottoposte ai domiciliari, è scattato il provvedimento di revoca, con ripristino della custodia cautelare in carcere.

Infine, nel quartiere murattiano i Carabinieri hanno arrestato un 30enne e un 23enne del quartiere Libertà, bloccati subito dopo aver ceduto una dose di marijuana a due tossicodipendenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here