Un commerciante di 38 anni, originario di Polignano a Mare, è stato arrestato dai Carabinieri assieme ad un complice, per concorso in rapina aggravata e lesioni personali. L’uomo, in debito con un altro commerciante di Noicattaro di ben 12mila euro, ha restituito a quest’ultimo quello che era un prestito concessogli nel mese di dicembre ma, forse perché ancora in “rosso”, ha organizzato una rapina allo stesso per riprendersi il denaro.

Il 12 dicembre scorso, infatti, i due malviventi hanno dato appuntamento all’ignaro commerciante a Conversano, in via San Lorenzo. Nel momento in cui gli hanno restituito i soldi, è scattata la rapina. Un paio di persone, pistole alla mano, hanno improvvisamente raggiunto i due che si trovavano fermi a bordo di un’’auto. Qui, dopo aver colpito alla testa con il calcio della pistola il commerciante di Noicattaro, procurandogli fratture al cranio e al viso giudicate guaribili in 40 giorni, sono riusciti ad impossessarsi di 8 dei 12mila euro di cui il malcapitato era in possesso .

I Carabinieri, sono riusciti ad identificare uno dei due aggressori dopo qualche giorno di indagini. Si tratta

Sul posto, su segnalazione al numero di emergenza “112” fatta da alcuni passanti, sono intervenuti i carabinieri che dopo qualche giorno hanno identificato uno dei due malviventi che materialmente aveva commesso il “colpo”. Inoltre sono stati raccolti numerosi elementi di responsabilità in ordine all’’organizzazione della rapina a carico del complice 38enne la cui versione, inizialmente, non ha convinto i militari. Sono in corso indagini finalizzate all’identificazione del terzo complice.

Tratti in arresto il 29enne è stato trasferito nel carcere di Bari mentre il 38enne è stato collocato ai domiciliari.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here