È stato disposto dalla Procura di Bari il sequestro preventivo dello stabilimento, sito a Binetto, della società Vianini Industria S.p.a. – società del gruppo Caltagirone – oltre che dell’area circostante all’immobile. Già due anni fa avevamo sottolineato come proprio quello stabilimento necessitasse di una bonifica per la presenza di amianto e di altri materiali pericolosi.

La società, che dal 2005 si dedica alla realizzazione di strutture in cemento, è stata sottoposta a gennaio del 2014 ad un’attività di indagine volta ad accertamenti tecnici e di monitoraggio ambientale del territorio, in collaborazione con l’Arpa.

Le verifiche hanno consentito di accertare gravi irregolarità ambientali: in particolare, all’interno dello stabilimento industriale era stata realizzata una discarica di rifiuti pericolosi e non, costituiti da quantità rilevanti di amianto, profilati, residui di materiale ferroso e cementizio, legno, fanghi, impasti di vario genere e macchinari da lavoro in stato di deterioramento. Grandi quantità di questi rifiuti sono stati trovati interrati e stratificati nell’area posta sotto sequestro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here