Con una martellata ha prima danneggiato una vetrata del pronto soccorso e poi aggredito medici ed infermieri, reclamando un furto subito proprio in quel reparto la notte prima. È accaduto ad Acquaviva delle Fonti dove i Carabinieri hanno arrestato un 48enne di Santeramo in Colle, già noto alle forze dell’’ordine, con le accuse di resistenza e violenza ad incaricato di pubblico servizio, interruzione di pubblico servizio e danneggiamento aggravato.

L’’uomo, recatosi al Pronto Soccorso dell’’ospedale Miulli con la sua utilitaria, oltretutto privo di patente poiché revocatagli un anno prima, ha reclamato la restituzione di alcuni effetti personali a suo dire rubatigli durante la nottata precedente all’’interno di quel reparto, mentre gli venivano praticate le cure a seguito di un incidente stradale. L’’esagitato, alla risposta da parte del personale sanitario preposto di adire eventualmente le vie legali, ha danneggiato la vetrata della postazione di accettazione con il martello e aggredendo due medici e due infermieri intervenuti per dissuaderlo e cercare di riportarlo alla calma.

Allertati dagli aggrediti, sono intervenuti i Carabinieri che lo hanno bloccato e disarmato, riportando lesioni guaribili tra i due e i cinque giorni. Dopo averlo tratto in arresto, lo hanno condotto presso l’’abitazione di residenza in regime di arresti domiciliari, in attesa del rito per direttissima. Condannato a otto mesi di reclusione, pena sospesa, il Giudice del Tribunale di Bari ha quindi disposto la remissione in libertà.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here