Ennesimo tentativo di furto di rame, questa volta sventato, nelle campagne di Altamura. Il militari del Corpo Forestale dello Stato, durante un controllo del territorio, hanno trovato in località “Masseria Bitetti” un cavo delle linea Telecom staccato dalla palificazione e poggiato sul suolo per circa 300 metri, tagliato mediante una cesoia per rubare il rame in esso contenuto.

I responsabili, probabilmente interrotti dall’arrivo della pattuglia, si sono dati alla fuga, riuscendo a scollegare solo la prima estremità del cavo.  Il danneggiamento della linea ha però determinato l’interruzione del servizio telefonico, per la quale è stata presentata denuncia contro ignoti.

Nella provincia di Bari, da circa due anni, si sta cercando di contrastare il diffuso fenomeno dei reati di furto e ricettazione di cavi elettrici di rame appartenenti a Telecom , Enel e Rete Ferroviaria Italiana, grazie a un sodalizio operativo tra Corpo Forestale dello Stato e Pol.fer  che ha portato,  fino ad oggi, a eseguire 26 controlli, denunciare 24 persone , effettuare 15 sequestri e recuperare  20.000 chilogrammi di rame.

Un’azione indispensabile, proprio in considerazione del fatto che al danno del furto si associa la “beffa” del disservizio da esso causato, con gravi conseguenze soprattutto nei casi in cui ad essere isolati sono ospedali o luoghi di soccorso; ne va, quindi, dell’incolumità delle persone.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here