I tre, con il volto parzialmente travisato da passamontagna, cappelli e sciarpe, armati di pistola, si erano fatti consegnare la vettura dal malcapitato ed erano fuggiti in direzione di Bari. La predisposizione di mirati posti di controllo da parte della Centrale Operativa del Reparto Operativo del Comando Provinciale dei Carabinieri di Bari, ha permesso alla pattuglia della Stazione di Bari-Picone di intercettare e bloccare l’autovettura all’altezza di Viale Concilio Vaticano II.

Uno dei malfattori, che alla vista della “gazzella” si davano alla fuga a piedi per le vie circostanti, veniva tratto in arresto mentre i complici riuscivano a dileguarsi.

La perquisizione eseguita consentiva di rinvenire, nella disponibilità del 19enne, una pistola giocattolo, esatta riproduzione di una Beretta mod.85. All’interno dell’auto, invece, gli operanti rinvenivano una pistola a gas mod. “Perfecta D.B.P. – Germany”, calibro 6, oltre a passamontagna, sciarpe e cappelli, il tutto sottoposto a sequestro.

Sul mezzo sono in corso rilievi tecnici da parte di personale specializzato dei Carabinieri della S.I.S. del Reparto Operativo del Comando Provinciale di Bari.

Il 19enne invece, su disposizione della Procura della Repubblica di Bari, è stato associato presso la locale casa circondariale.

(Comunicato della Sala Stampa del Comando Provinciale Carabinieri Bari)

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here