Mentre uno lo teneva fermo l’altro iniziava a colpirlo con pugni e calci fino a quando non riusciva a strappargli dal polso un orologio “Rolex Daytona” portandogli via anche una borsa da lavoro marca “Piquadro” con all’interno documenti personali.

Le immediate ricerche diramate dalla Centrale Operativa del Reparto Operativo del Comando Provinciale Carabinieri di Bari, consentivano ai militari della Compagnia di Bari Centro di rintracciare e bloccare i due rapinatori, identificati in Marco Carrassi del ‘91 e Gaetano Vulpo del ’92 entrambi del “Borgo Antico” e noti ai Carabinieri della locale Stazione Bari-San Nicola che li avevano controllati poche ore prima.

In particolare i due venivano intercettati alle successive ore 21.30 in Piazza Chiurlia all’ingresso della Città Vecchia a bordo di un ciclomotore che ignorava l’alt imposto dai Carabinieri investendoli e facendoli cadere in terra. Il pronto intervento di altri colleghi appostati nelle vicinanze consentiva comunque il loro arresto e di recuperare la refurtiva che nelle prossime ore sarà restituita all’avente diritto.

A seguito di successive perquisizioni domiciliari sono stati altresì rinvenuti e sequestrati felpe e passamontagna utilizzati verosimilmente per altri “colpi”. La vittima soccorsa dai sanitari del locale Policlinico ha riportato lesioni giudicate guaribili in 4 giorni mentre i militari investiti in 15 giorni.

Tratti in arresto i due giovani, su disposizione della Procura della Repubblica di Bari, sono stati associati presso la locale casa circondariale e dovranno rispondere di rapina aggravata, lesioni personali e resistenza a P.U.

(Comunicato della Sala Stampa del Comando Provinciale dei Carabinieri di Bari)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here