Imbattersi in due gocce d’acqua a torso nudo non capita tutti i giorni. Tommaso e Giovanni giurano di non essere fratelli, ma cognati. Almeno sulla carta.

Il baffo però è lo stesso. Il primo è intento ad arricciare i moscardini, nascosti nel secchio tra la schiuma, con un movimento “ondulato”.

A differenza del polpo crudo, i moscardini sono “lavorati a mano” per essere subito mangiati con l’immancabile Peroni d’accompagnamento.

Una delizia per il palato, provare per credere. Che ne sanno i milanesi, che ne sa il sindaco Sala.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here