Una suite a picco sul mare ad appena 2500 euro per notte, a Polignano nell’esclusivissima Grotta Palazzese da sogno, oppure un’amaca appesa tra gli alberi di piazza Umberto, a Bari, in balia di tossici, rapinatori, spacciatori e chi più ne ha più ne metta. Col caldo di questi giorni, è entrata nel vivo l’alta stagione turistica, tra soluzioni estreme, e in mezzo le mille sfumature possibili.

Il bello della nostra regione in fondo è questo, una terra che vive di eterni contrasti agli antipodi tra loro. Un tempo si diceva “pugliese di mare o di terra”, un vecchio adagio che a quanto pare sta tornando in voga per i turisti. La cronaca racconta di albergatori a corto di operatori stagionali a causa del reddito di cittadinanza, in attesa che il vuoto di personale si riempia, ognuno si organizza come può.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here