Suona il campanello, dietro la porta c’è Marco, sconosciuto 43enne di Ferrara arrivato a Bari da qualche ora. Si è fatto quasi 800 chilometri in treno per venire a trovarci. Nessun parente da visitare per Natale o commissione da sbrigare. Niente di niente, è in città solo per incontrarci.

Marco ripara computer, la sua non è una vita facile. Avrebbe potuto investire i soldi del treno e della stanza per fare ogni altra cosa possibile, invece ha scelto di passare un po’ di tempo con noi.

Quattro chiacchiere, uno scambio di opinioni e scopri che a Ferrara come a Bari spopola il minchia parking e ci sono magagne, per esempio nella costruzione di un ospedale. Tutto il mondo è paese.

Dall’inizio dell’anno i lettori non pugliesi del Quotidiano Italiano sono aumentati in maniera esponenziale. I numeri con cui chiuderemo il 2018 sono da record, impensabili quando abbiamo iniziato questa avventura, ma ciò che ci rende più orgogliosi è la capacità di creare rapporti e contatti con i nostri lettori, che siano impiegati, professionisti, studenti o disperati in cerca di fortuna.

Grazie Marco, approfittiamo della tua improvvisata per abbracciare chi come te non si perde un nostro video e quasi quasi conosce la città meglio di un barese, ma anche quanti ci hanno appena scoperto. In fondo ci piace pensare che leggere il Quotidiano Italiano sia una continua scoperta.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here