Un lettore segnala la palazzina al civico 268 di via Putignani, al quartiere Libertà. “In almeno due appartamenti – sostiene – ci sono prostitute e transessuali. Lo sanno tutti”. Ciò che non si sa, come sempre se non si fanno i necessari accertamenti, sono i contratti di affitto, eventuali subaffitti. Insomma, resta da chiarire come sempre se ci sia sfruttamento o favoreggiamento della prostituzione. Per il resto ognuno in casa propria fa ciò che crede.

Il lettore finge di essere un cliente e fissa l’appuntamento con la donna straniera del piano ammezzato. Cinquanta euro compreso il lato B. Decidiamo di accompagnarlo. Porta chiusa a chiave alla vista della telecamere. Ovvio. Ciò che succede dopo, invece, non ci era mai capitato in questo giro tra le situazioni al limite di cui è pieno il quartiere Libertà.

Il rumore del mazzo di chiavi attira l’attenzione. La donna s’innervosisce, minaccia querela e tenta di buttare a terra la telecamera. La rabbia dura poco. Loredana, così dice di chiamarsi, è una pasticciera siciliana che vive al Vomero di Napoli, moglie di un maresciallo di una caserma non definita, in vacanza al quartiere Libertà perché a Torre a Mare non c’erano disponibilità per l’estate. In quella casa, sempre a suo dire affittata a 500 euro al mese, in attesa di essere raggiunta dal figlio e dallo stesso marito, arrivano anche una sua amica e il marito di quest’ultima. Portano la colazione: un cappuccino dal vicino bar. Li ha chiamati lei – dice – aveva troppa paura della nostra telecamera. La storia è interessante, meriterebbe il giusto approfondimento.

print

13 COMMENTI

  1. Dopo diversi articoli abbiamo finalmente capito come si genera il degrado al Libertà: non si aggiustando le bettole invivibili ma si affittano a prostitute o a immigrati. Le ronde non servono, occorre colpire i proprietari.

  2. Povero maresciallo, servirebbe qualcuno che gli dica cosa combina sua moglie quando non c’è. Sembra un film con Lino Banfi.

  3. pienamente d’accordo. Dal canto nostro continueremo ad andare in ogni posto segnalatoci per dimostrare quanto il fenomeno sia diffuso e particolarmente allarmante. Magari per farlo capire a chi di dovere facciamo un rendering e uno studio di fattibilità.

  4. questo e’ giornalismo di merda, caro LOCONTE: Perche non parli di cose serie…..della CROCE ROSSA e dei tuoi amichetti???? o forse ti danno anche a te la mazzetta come gia’ hanno fatto !!! cosi stai zitto non dici nulla e fai fare gli affari fra comune di bari e croce rossa bari???? PAGLIACCIO brutta fine farai tu e loro!!!

  5. Nel tuo caso non sarò educato. Hai rotto il cazzo e al prossimo ti denuncio così vediamo se continui a fare il brillante. So perfettamente chi sei e ho il tuo IP.

  6. HOOO FINALMENTE, GIORNALISTA, FAMMI SAPERE CHE TI ACCOMPAGNO A FARE LA DENUNCIA….COSI’ CI DIVERTIAMO UN PO’, E MAGARI IMPARI ANCHE AD ESSERE PIU SERIO E A DEDICARTI VERAMENTE A COSE IMPORTANTISSIME.

  7. renditi palese se hai un briciolo di attributi, seppure ne dubito pusillanime.

  8. Loconte ha trovato la gallina dalle uova d’oro … servizi sulle prostitute che tirano più visite e ascolti di un carro di buoi. Continuerai a rompere il cazzo a tutte le signorine di Bari o pensi di dedicarti ai problemi veri della società Barese ?
    Facendo queste pagliacciate non risolvi nulla, primo perché NON è illegale esercitare il mestiere, secondo perché per una che segnali ne aprono altre 3 di case … ergo la questione va semplicemente REGOLAMENTATA modificando una legge controversa e vetusta come la Merlin. Siamo nel 2018 cazzo … non nel medioevo, la caccia alle streghe è finita da tempo Locò !

  9. Luca, se non ti piace il giornalismo di Antonio Loconte, perche’ lo attacchi in questo modo? Guarda e’ sufficiente che eviti di leggere e guardare i suoi video. Con un trace la tua vera identita’ viene scoperta, se hai qualcosa da dirgli prendilo per strada e’ facile trovarlo credimi e risolvi la questione a 4 occhi. Non ci vuole molto. Buona giornata…!!

  10. Un trimone non si nega a nessuno, ma vado controcorrente. Non te lo dirò. Non sono le signorine che vogliamo stanare, ma chi approfitta di loro. In molti più servizi ci quelli che hai visto – prendendoti il lusso di dare aria alla bocca – abbiamo ribadito ciò che dalla calma della tua tastiera ha ribadito nel commento.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here