Solo ieri l’assessore all’Ambiente del Comune di Bari, Pietro Petruzzelli, ha presentato trionfante i risultati della raccolta porta a porta a tre settimane dall’avvio nelle zone di Fesca, San Girolamo, San Cataldo e villaggio Trieste. Numeri entusiasmanti, che fanno ben sperare per il futuro, quando il servizio sarà finalmente attivo in tutta la città, al punto da farci domandare per quale astruso motivo non si sia fatto prima, inteso come “da sempre”.

Le immagini che oggi ci arrivano dal quartiere Libertà avvalorano questo retropensiero, diciamo così. In via Ravanas, infatti, poco distante dall’ingresso del parcheggio adiacente al mercato dell’ex manifattura Tabacchi, sono a dir poco disarmanti.

Mobili, sedie, valigie, un cassonetto è addirittura pieno di giacconi e abiti invernali, insomma c’è davvero un po’ di tutto. Non osiamo immaginare la fatica fatta per portare tutto quanto vicino ai cassonetti.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here