Decine di runner hanno perpetrato la tradizione della marcialonga Nicolaiana, finendo la propria corsa nel mare di Pane e Pomodoro. Tanto calore umano nonostante le temperature proibitive per dare il benvenuto al nuovo anno.

La corsa, come sempre, è seguita alla messa e alla benedizione dei partecipanti da parte del priore della Basilica di San Nicola. Panettone e spuante anche per i curiosi e per quanti non hanno avuto il coraggio di tuffarsi, per la verità in uno specchio d’acqua tutt’altro che cristallino.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here