“Un libro che racconta dell’alienazione da discoteca. Fotografie che ritraggono ragazzi completamente fuori dal contesto in cui si trovano, assorti nei loro pensieri o magari nello schermo di uno smartphone”. Priscilla Tangari, 26enne barese fotografa per lavoro e per passione, presenta così il suo primo libro di scatti immortalati all’interno dei locali della movida di Bari.

Il libro si intitola Out, riassunto perfetto di quello che il libro si prefigge di rappresentare attraverso le immagini. “Solitamente un fotografo è chiamato ad immortalare i ragazzi che si divertono, che ballano e che si svagano – commenta Priscilla -. È quello che faccio sempre. In questo caso però ho deciso di lasciare per un attimo quella strada per cimentarmi in qualcosa di diverso, di nuovo. Un modo per raccontare la mia generazione”.

Poche, pochissime le parti scritte: una dedica alla mamma scomparsa qualche mese fa, una prefazione firmata dal suo maestro fotografo Alessandro Cirillo, e il testo di una canzone. Dio è morto, di Francesco Guccini. “Ho deciso di inserire questa canzone perché la ritengo attualissima – spiega -. Credo descriva in modo perfetto quello che voglio comunicare in questo libro: le prime strofe sono di tono negativo, ma alla fine c’è un grande messaggio di speranza”.

Al momento per acquistare il libro è necessario contattare Priscilla. Presto però sarà disponibile anche nelle principali librerie della città.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here