Call-center, cambia il contratto aumenta lo sfruttamento: “Lavoriamo col cronometro in mano”

La retribuzione oraria aumenta ma l'azienda istituisce l'ora produttiva e paga cronometrando le chiamate. È la nuova "moda" del lavoro nei call-center.

Bosch Bari, operaio scrive ai sindacalisti: “Bastardi accettate tutto per mantenere i privilegi”

Parole pesantissime che confermano quanto abbiamo finora denunciato pubblicamente coi nostri articoli. Stando a quanto scrive il dipendente, la situazione sarebbe addirittura peggiore.

Regione Puglia, bando lampo ad agosto: lavoro per 6. Si cerca anche l’esperto in partecipazione

La Regione Puglia cerca 6 persone che verranno assunte a tempo determinato per una campagna di comunicazione sull'ambiente.

“Fuori tutto per cessazione”: chiude Lorusso. Bari perde un altro negozio storico

Fino al 12 ottobre vendita straordinaria per cessazione dell'attività che ha visto passare tre generazioni prima di alzare bandiera bianca. Crisi e centri commerciali continuano a falcidiare il commercio locale.

Apre McDonald’s all’ex Motta: 32mila euro di fitto al mese per l’angolo più affollato di Bari

Torna a popolarsi l'angolo tra corso Cavour e corso Vittorio Emanuele. nell'ex palazzo della Motta arriva McDonald's.
video

Noicattaro, delirio al mercato dopo il coronavirus. Clienti e ambulanti: “Pericoloso e disorganizzato”

Niente mercato oggi a Noicattaro. Rinviata la ripresa dopo lo stop forzato dovuto al coronavirus. Il luogo scelto è stato bocciato da tutti.

Bosch Bari, stagista scopre presunta truffa al fondo aziendale: sospetti su alcuni sindacalisti alla vigilia del voto

Il 24 marzo, forse prima, gli operai della Bosch di Bari sono chiamati a rinnovare i loro rappresentanti sindacali all'interno dell'azienda. Il clima in queste ore è sempre più teso.

Bosch Bari, due licenziamenti per abuso di malattia: operaio colto da malore cade dalle scale

I licenziamenti sarebbero stati causati dall'abuso del ricorso al periodo di malattia previsto per legge. Uno dei due operai è stato colto da malore.

Casamassima, dallo sciopero all’apocalisse. Dipendente Auchan: “Al diavolo i sindacati. Aperti il primo maggio”

Delirio all'Auchan di Casamassima. Neppure un posto libero nel parcheggio, scaffale del pane vuoto e dipendenti delusi dai sindacati. Lo sciopero è un flop e già si pensa alle aperture del 25 aprile e del primo maggio.

Consigli per gli acquisti

Ultimi Articoli