Viola gli obblighi, sorvegliato speciale in manette a Bari

(14 gennaio 2012) BARI - Non è stato trovato in casa nonostante avesse l’obbligo di non uscire in ore notturne ed è finito in manette. Si tratta del sorvegliato speciale 29enne barese Giuseppe Lucarelli, arrestato a Bari dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile del Reparto Operativo del Comando Provinciale con l’accusa di violazione degli obblighi a lui imposti.

Caso escort, l’Anm stigmatizza Laudati: lui smentisce

(13 gennaio 2012) BARI – L’Associazione Nazionale dei Magistrati “stigmatizza” l’operato del capo della Procura di Bari, Antonio Laudati, accusato dal pm Pino Scelsi di aver volutamente rallentato le indagini relative all’inchiesta sulle escort di Bari e sui loro rapporti con l’allora premier silvio Berlusconi. In particolare, l'Anm è critica nei confronti dell’istituzione di un’aliquota della Gdf, finalizzata al “controllo incrociato delle indagini”. Laudati, tuttavia, smentisce subito l’istituzione dell’aliquota.

Acquaviva delle Fonti, aggrediscono i carabinieri intervenuti per sedare una lite: arrestati due fratelli

(13 gennaio 2012) ACQUAVIVA DELLE FONTI - Hanno aggredito i Carabinieri, intervenuti per una lite in corso tra un vicino di casa e due fratelli ma, questi, sono finiti in manette.

Non rispetta gli obblighi, arrestato un sorvegliato speciale

(13 gennaio 2012) BARI- Non ha rispettato gli obblighi imposti dalla misura di prevenzione cui era sottoposto e per questo è finito in carcere. Si tratta del 35enne sorvegliato speciale Giuseppe Amodio, arrestato ieri mattina a Mola di Bari dai Carabinieri della locale Tenenza, con l’accusa di violazione degli obblighi. L’uomo sebbene non potesse allontanarsi dalla sua abitazione oltre le 22.00, è stato sorpreso fuori dalla casa intorno alle 01.30 circa, nei pressi di un Bar. Accertate le responsabilità a carico del 35enne, i Carabinieri lo hanno tratto in arresto ed associato, su disposizione della Procura della Repubblica di Bari presso una sua abitazione in regime di arresti domiciliari. Comando Provinciale Carabinieri Bari Sala Stampa

Sammichele, tenta violenza su bambina: arrestato 71enne

(12 gennaio 2012) SAMMICHELE DI BARI - Rimane da solo in casa con la figlia della badante e tenta di consumare un rapporto sessuale con la piccola di otto anni, non riuscendovi. Poi la minaccia di non rivelare l’accaduto ma la bambina racconta tutto alla mamma ed ai Carabinieri della Stazione di Sammichele di Bari che, stamane, lo hanno arrestato.

Mola di Bari, due arresti in una notte dei carabinieri

Questa notte i Carabinieri della Tenenza di Mola di Bari hanno tratto in arresto due persone.

Sorpreso fuori dall’abitazione, scavalca il muro di cinta per evitare l’arresto

(12 gennaio 2012) BARI - Sebbene sottoposto agli arresti domiciliari, nel corso di un controllo non è stato trovato in casa. Accortosi dei Carabinieri ha scavalcato il muro di cinta del cortile dirigendosi verso il suo appartamento ma scoperto è finito in manette.

Salvatore e Antonia, video shock su YouTube

(11 gennaio 2012) BARI - «Abbiamo tentato insieme, scientemente e consapevolmente, il suicidio». È il minuto 1:56 di un video caricato su YouTube ieri pomeriggio, martedì 10. A parlare è Salvatore De Salvo, 62enne senza lavoro dal 2004. Accanto a lui c’è sua moglie Antonia Azzollini. Entrambi sono stati trovati morti domenica: lui presso il lido San Francesco di Bari e lei sul letto di una camera d’albergo. La loro morte si poteva evitare?

La Procura di Bari conferma: “È Roberto Straccia”

(11 Gennaio 2012) BARI – È stata eseguita oggi l’autopsia del corpo ritrovato sul lungomare di Bari-Palese lo scorso 7 gennaio presumibilmente identificato come Roberto Straccia, lo studente 24enne scomparso da Pescara il 14 dicembre scorso. La Procura di Bari ha emanato un comunicato in cui si attesta con “sufficiente grado di verosimiglianza” che il cadavere è proprio quello del giovane pescarese. Per l’ufficialità proseguono gli accertamenti e si attende l’esito dell’esame del DNA. Stamattina i genitori di Roberto sono arrivati a Bari per l’ultimo saluto.

Carbonara, ricettazione cavi in rame: denunciati 40enne e 22enne censurati

(11 gennaio 2012) BARI - Ieri pomeriggio i Carabinieri della Stazione di Bari Carbonara hanno deferito in stato di libertà due giovani censurati di 40 e 22 anni, per ricettazione.

Consigli per gli acquisti

Ultimi Articoli