Bari, sequestrati 16mila prodotti di Carnevale

(17 febbraio 2012) CASAMASSIMA – Si sa a Carnevale ogni scherzo vale. Ma questo non sarebbe stato assolutamente gradito e soprattutto sarebbe potuto essere molto pericoloso. Ben 16mila prodotti, tra maschere, parrucche, costumi, giocattoli e trucchi, sono stati sequestrati ieri pomeriggio in un deposito del Baricentro, a Casamassima, dalle Fiamme Gialle, perché pericolosi per la salute pubblica. La merce, proveniente dalla Cina, era priva del marchio “CE”, ossia del certificato di sicurezza del prodotto e dei materiali con cui è stato realizzato. Denunciato il responsabile legale del deposito.

Bari, rubano in un negozio e scippano una passante: due arresti e una denuncia

(16 febbraio 2012) BARI - Ieri sera i Carabinieri della Compagnia di Bari San Paolo, Bari Centro e del Nucleo Radiomobile del Reparto Operativo del Comando Provinciale di Bari, a seguito di un segnalato scippo avvenuto poco prima in via Pitagora ai danni di una passante, intercettavano una autovettura che, non fermandosi all’alt imposto, si dava a precipitosa fuga, venendo bloccata, dopo un inseguimento, in via Milella.

Gioia del Colle, ruba mattoni “antichi” dall’ex “mulino a vapore”: arrestato 41enne

(16 febbraio 2012) BARI - L’intensificazione dei controlli durante l’arco notturno da parte dei Carabinieri della Compagnia di Gioia del Colle ha portato a risultati positivi. Infatti, una pattuglia del locale Nucleo Operativo e Radiomobile, transitando dinanzi all’ex “mulino a vapore” ubicato lungo la S.P. 235 “Gioia - Santeramo”, dove sono in corso lavori di ristrutturazione per trasformarlo in un hotel, notava un motocarro “Ape” carico di laterizi parcheggiato sul ciglio della strada.

Capurso, sorpresi a rubare tubi zincati: due arresti dei carabinieri

(16 febbraio 2012) BARI - Sono stati sorpresi a rubare tubi mobili zincati per l’irrigazione e sono finiti in manette. Si tratta di un 35enne, di Cellamare e di un 55enne di Capurso, arrestati dai Carabinieri della Stazione di Capurso con l’accusa di furto aggravato in concorso.

Carbonara, viola i sigilli e viene arrestato dai carabinieri

(16 febbraio 2012) BARI - Lunedì scorso i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Bari San Paolo e quelli del N.O.E. di Bari hanno sottoposto a sequestro un’area di circa 1.000 mq posta nelle vicinanze di via Ponte, in località Carbonara, ove si svolgeva, senza alcuna autorizzazione, un’illecita attività di gestione di rifiuti speciali ferrosi, pericolosi e non.

Sammichele di Bari, pretende la restituzione del prestito e cosparge di benzina la casa del debitore: arrestato

(15 febbraio 2012) SAMMICHELE DI BARI - Un uomo minaccia gravemente un debitore pretendendo la riconsegna di un prestito concessogli, ma viene arrestato. E’ accaduto ieri sera a Sammichele di Bari dove i Carabinieri della locale Stazione, attivamente supportati da quelli di Bitritto, hanno arrestato un 46enne del luogo e noto alle forze dell’ordine, con l’accusa di violenza privata.

Inseguimento a Terlizzi, non si fermano all’alt e aggrediscono i carabinieri: due arresti

(14 febbraio 2012) TERLIZZI - E’ successo quando i Carabinieri della Tenenza di Terlizzi, dopo un inseguimento, hanno rintracciato, in quella via Fondo Rotondo, un ciclomotore con due uomini a bordo i quali, poco prima, non si erano fermati all’alt, dandosi alla fuga per evitare il controllo.

Bari, sequestrata area 1000mq: attività illegale rifiuti ferrosi

(14 febbraio 2012) BARI- Nella giornata di ieri 13 febbraio 2012, i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Bari San Paolo e del N.O.E. di Bari hanno sequestrato ad un 40enne, censurato, di Bari Carbonara, un’area di circa 1.000 mq posta nelle vicinanze di via Ponte, ove si svolgeva, senza alcuna autorizzazione, un’illecita attività di gestione di rifiuti speciali ferrosi, pericolosi e non. Al termine del controllo è stata sequestrata l’intera area ove sono stati rinvenuti circa 100 quintali di materiale ferroso, pericoloso e non, parte del quale già lavorato (rame, motorini di avviamento, bobine, rifiuti elettrici ed elettronici, pezzi meccanici ed idraulici, batterie al piombo esauste, cavi elettrici di varie sezioni, trasformatori, lastre di coibentazione, lampioni). In sequestro, oltre a varia utensileria, anche due muletti, una pressa, una taglierina, varie bombole contenenti ossido acetilene per il taglio termico munite di carrello, alcune bombole gpl, una bilancia per la pesa del materiale, due fusti metallici adibiti alla combustione (in atto al momento dell’ingresso dei militari) del materiale plastico avvolgente i rifiuti ferrosi, un autocarro Fiat Iveco (che non era autorizzato al trasporto del predetto materiale), nr. 4 confezioni integre di guanti in dotazione al corpo dei vigili del fuoco ed alcuni documenti. Il 40enne, censurato, gestore di fatto dell’illecita attività, è il titolare di una società autorizzata al trasporto e raccolta di soli rifiuti non pericolosi avente sede legale in luogo diverso da quello del controllo e dovrà rispondere, oltre che del reato di illecita gestione di rifiuti speciali ferrosi pericolosi e non in assenza delle autorizzazioni previste (sia per il sito sia per i mezzi di trasporto utilizzati), anche dei reati “ambientali” di discarica non autorizzata di rifiuti speciali pericolosi e non, immissione abusiva nella rete fognaria di scarichi derivanti da processo di lavorazione e immissione abusiva in atmosfera di fumi scaturenti da combustione di materiale plastico e ligneo, nonché del reato di ricettazione, se i militari riusciranno a dimostrare l’illeceità della provenienza del materiale. Comando Provinciale Carabinieri Bari Sala Stampa

Spesa gratis all’ipermercato: arrestato 31enne

(14 febbraio 2012) BARI- Pensava di averla fatta franca essendosi già allontanato con dei generi alimentari ma, scoperto, è finito in manette. Si tratta di Zviadadze Imeda, di nazionalità Georgiana e noto alle forze dell’ordine, arrestato dai Carabinieri della Stazione di Bari - Japigia, con l’accusa di furto aggravato, ai danni di un noto ipermercato della zona. L’uomo aveva prelevato prodotti alimentari nascondendoli nella borsa che portava a tracolla, riuscendo a guadagnare la strada. Poco dopo, però, ha trovato ad attenderlo i Carabinieri, intervenuti su segnalazione, che l’hanno rintracciato, bloccato e sottoposto a controllo. La refurtiva, rinvenuta ancora nella disponibilità dell’individuo, è stata restituita all’avente diritto, mentre il 31enne, tratto in arresto, è stato poi associato presso la sua abitazione in regime di arresti domiciliari, su disposizione della Procura della Repubblica di Bari. Comando Provinciale Carabinieri Bari Sala Stampa

Troppi parti cesarei, scattano i controlli dei Nas in Puglia

(13 febbraio 2012) BARI - Come per il resto dell'Italia, anche nella Regione Puglia sono stati effettuati i controlli sulle nascite tramite parto cesareo nelle cliniche. Secondo il ministro della Salute, Renato Balduzzi, l'incremento esponenziale del metodo chirurgico del parto, in contrapposizione a quello naturale, è motivo di allarme. Adesso i Nas stanno effettuando i controlli per verificare se c'è stato, nelle cliniche soggette ad esame, un eccessivo ed improprio uso del metodo del parto cesareo.

Consigli per gli acquisti

Ultimi Articoli