Manifesto in difesa della famiglia

Una premessa d'obbligo: non voglio in alcun modo offendere nessuno, né discriminarlo in base alle sue scelte o ai suoi gusti sessuali; anzi sono fortemente convinto che una delle più grandi conquiste della democrazia moderna sia stata la valorizzazione delle libertà individuali. Mentre in Francia la maggioranza socialista, a ritmi serrati e con votazioni notturne, sta approvando una legge a favore dei matrimoni omosessuali, ed in Gran Bretagna il traguardo finale è assai vicino a che sia acconsentirà anche l'omogenitorialità, mi sembra doveroso recuperare almeno un po' di buon senso e dare il giusto significato alle parole e ai concetti che adoperiamo.

I Rumeni di Bari

Secondo i dati del Comune di Bari, aggiornato al 2010, i rumeni residenti nella nostra citta sono 959. Grazie all’opera della prof.ssa Tomaziu Ana Maria, di lingua e civiltà rumena presso l'Istituto di Lingua rumena di Bucarest, i bambini e i giovani che frequentano le nostre scuole, non dimenticheranno la loro lingua madre, le loro tradizioni e la loro cultura. Infatti, il Ministero dell'Educazione, della Ricerca e della Gioventù rumena, insieme al Ministero della Pubblica Istruzione italiana, hanno avviato un progetto europeo che riguarda l'introduzione di un corso di lingua e civiltà rumena nelle scuole italiane anche in Puglia.

La casa famiglia nella parrocchia di San Marcello, rischia di chiudere

La cooperativa “Segno”, che gestisce la Comunità educativa “Battito d’Ali” che alloggia nei locali della parrocchia “San Marcello” di Bari, rischia di chiudere. La casa-famiglia, ospitata gratuitamente nella canonica della Parrocchia, è bella e ospitale composta da 3 stanze da letto, 3 bagni, un salone e un piccolo angolo cottura. Essa ospita 6 minori, il più piccolo ha circa 3 anni, che si ritrovano a condividere insieme la loro vita nonché spazi, tempi, storie, esperienze, scontri, affetto come succede in una qualsiasi famiglia.

La vera storia di Babbo Natale

La consuetudine di offrire regali a Natale risale sin dall’epoca pre-cristiana. In un antico mito romano si narra che la divinità Saturno aveva fondato in Italia, precisamente nella terra del Lazio, un regno felice dove tutto era in comune e dove non c’erano padroni e servi, ricchi e poveri e tutti vivevano in pace ed armonia. È la così detta età dell’oro, quando tutti erano felici. Con questa rievocazione dei tempi dell’età dell’oro fu creata la più famosa festa romana, quella del 17 dicembre, chiamata Saturnalia. La festa dei Saturnali coinvolgeva tutte le classi della popolazione romana, dai grandi ai bambini, dagli uomini alle donne, dagli aristocratici ai plebei. Liberi dagli impegni scolastici, i ragazzi e i bambini prendevano parte attivamente alla festa, come testimonia uno scrittore greco verso l’anno 130. I ragazzi in piccoli gruppi passeggiavano per le vie e si immischiavano tra i grandi facendo scherzi e gridando acclamazioni di augurio “Oggi è la festa dei saturnali, tanti auguri”.

XIV giornata mondiale della memoria transgender, eventi a Bari fino al 20 novembre

BARI - Difendere dall’ignoranza che uccide, questo lo scopo della XIV giornata mondiale della memoria transgender che, grazie all’attività delle associazioni locali di Between Onlus, KèBari e Link, per la prima volta si tiene a Bari dal 17 al 20 novembre.

Clio make up a Bari, in piazza Diaz la truccatrice più famosa della Tv

BARI - Finalmente ci siamo, dopo l'annuncio di qualche tempo fa, il giorno che tutte le fan stavano aspettando è arrivato: Clio make up è approdata a Bari, e resterà in p.zza Diaz fino alle ore 20.00 di questa sera per dare consigli di bellezza a quante si saranno prenotate sul sito di Real Time, fare foto e firmare autografi.

Brindisi, Eurostar travolge camion fermo sui binari: morto il macchinista

CISTERNINO - Circolazione ferroviaria interrotta dalle 13.40, sulla linea Bari - Lecce, per un incidente stradale avvenuto al passaggio a livello della Strada Provinciale 7 a Cisternino (BR). Un autoarticolato ha indebitamente attraversato il passaggio a livello mentre le sbarre si stavano abbassando. L’autista ha abbandonato il camion prima dell’arrivo del treno. Morto il macchinista dell'Eurostar, mentre almeno altre quattro persone sono rimaste ferite.

“Una Peroni sul mare”, l’intramontabile moda dell’abbandono della bottiglia di birra

BARI - Si fanno tante crociate di sensibilizzazione per evitare l'abbandono degli animali in autostrada o in casa quando viene l'estate, ma mai nessuno si è interessato alle povere bottiglie vuote di birra (sono certo che gli animalisti capiranno).

Polignano a mare, sorpreso a spacciare in piazza Moro: arrestato 21enne

I Carabinieri della Compagnia di Monopoli hanno arrestato un 21enne incensurato di Polignano a Mare con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Domenica delle Palme, l’ulivo protagonista: simbolo di pace e di Puglia

(30 marzo 202) BARI – Gli ulivi pugliesi saranno protagonisti delle celebrazioni papali della domenica delle Palme il primo aprile a Piazza San Pietro a Roma. Simbolo di pace per eccellenza, il ramo d’ulivo, così come la palma intrecciata, conserva ancora a Bari tradizioni antiche fatte di riconciliazioni e buon augurio per le terre e i futuri matrimoni.

Consigli per gli acquisti

Ultimi Articoli