Iscrizione albo presidenti e scrutatori, tutto ciò che serve sapere

La Ripartizione Servizi Demografici - ufficio elettorale - ricorda che fino al 31 ottobre prossimo è possibile presentare la domanda per iscriversi all'albo dei presidenti di seggio. Possono fare richiesta tutti gli elettori del Comune di Bari che non abbiano superato il 70° anno di età e che siano in possesso del diploma di istruzione secondaria superiore o di laurea. La domanda d'iscrizione va presentata una sola volta: la nomina a presidente di seggio viene effettuata dal Presidente della Corte di Appello.

Raccolta funghi: le istruzioni per essere in regola

Anche quest’anno chi vuole raccogliere funghi, per passione o per lavoro, deve mettersi in regola con quanto dispone la legge regionale 14 del 15 maggio 2006, “Disciplina della raccolta e commercializzazione dei funghi epigei freschi e conservati nel territorio regionale” e chiedere al Comune di residenza il rilascio di un permesso per la raccolta amatoriale o professionale.

15° Censimento, tutte le istruzioni: ecco i centri comunali di raccolta

L’amministrazione comunale ricorda che il questionario Istat per il 15° Censimento generale della popolazione e delle abitazioni può essere compilato direttamente via internet sul sito web http://censimentopopolazione.istat.it (sezione “Compila il questionario” a destra della pagina), gestito dall’Istituto Nazionale di Statistica, utilizzando la password stampata sulla prima pagina del questionario. In alternativa, i cittadini possono compilare il questionario sul materiale cartaceo a loro disposizione e consegnarlo al centro raccolta comunale più vicino al luogo di residenza oppure presso gli uffici postali utilizzando la busta preaffrancata, inviata a casa insieme al questionario.

Sel: «Caserma Rossani, presto sarà un parco»

(13 ottobre 2011) BARI- I cittadini sono chiamati “a rapporto” in caserma, la Rossani. Dopo anni dalla dismissione degli ambienti che ospitavano i militari dell’esercito, i baresi potranno appropriarsi dell’area che, bonificata nel 2001 dall’amianto a copertura dei tetti degli edifici e resa parcheggio nel 2008, secondo le previsioni di Sel, promotrice di questa iniziativa, vedrà sorgere un parco lì dove ora ci sono ruderi e vegetazione incolta. Il progetto è quello di rendere vivibile uno spazio enorme, con costi relativamente limitati, si parla di 3 milioni di euro, e in tempi ridotti: l’ex caserma dovrebbe cominciare ad assumere “parvenze accettabili” per il 2014. È stata presentata oggi, alle 12, a ridosso di una delle tante entrate della caserma, in Corso Benedetto Croce, l’idea di Sinistra, Ecologia e Libertà di portare il verde in una zona tanto vasta da essere occupata, nei prossimi 4 giorni, dal 13 al 16 ottobre, da palchi per concerti, workshop, dibattiti e presentazioni di libri che renderanno tangibili le possibilità che 80mila metri quadri possono offrire. "Il meglio di Sel", la manifestazione che avrà luogo nelle prossime ore, servirà a questo e tutti gli abitanti della città potranno parteciparvi.

Laudati-Scelsi, ora ombre sul capo degli ispettori

(12 ottobre 2011) BARI – Le audizioni dei sei magistrati di Bari informati sui fatti, circa il caso Laudati, presso la Prima corte del Csm si sono concluse ieri. Un totale di quasi dieci ore di ascolto, a Palazzo dei Marescialli, a Roma, in cui i consiglieri dell’organo di autogoverno della magistratura hanno interrogato i procuratori titolari del fascicolo Tarantini, Ciro Angelillis ed Eugenia Pontassuglia, il coordinatore del pool che indaga sulle inchieste circa la sanità, Renato Nitti, il capo dell’ufficio gip, Antonio Lovecchio, i procuratori aggiunti di Bari Annamaria Tosto e Pasquale Drago e Marco Dinapoli, procuratore della Repubblica di Brindisi, già procuratore aggiunto a Bari. Non ci sono in programma nuove audizioni. Ai consiglieri risulterebbe sufficiente il quadro emerso dagli ultimi ascolti più le interrogazioni di Laudati e Scelsi. Ora la commissione si riunirà domani in serata, per un consulto generale, e una sentenza definitiva potrebbe attendersi già la prossima settimana, a seguito di una seduta plenaria.

Programma “Leonardo da Vinci”: online il bando per la formazione professionale giovanile

(11 ottobre 2011) BARI – Siete persone interessate ad una formazione nell’ambito delle professioni legate al settore sociale? Bene, allora il progetto “S.W.A.N.” è quello che fa per voi. Si tratta infatti di un’iniziativa europea che mette in palio 53 borse di mobilità della durata di 15 settimane per svolgere tirocini all’estero. Il progetto nasce all’interno del programma comunitario per la formazione, cooperazione e la mobilità “Lifelong Learning Programme - Leonardo Da Vinci”, e avrà come obiettivo lo sviluppo di diversi profili professionali a sfondo sociale, quali ad esempio educatore per l’infanzia e per disabili, assistente animatore in ambito geriatrico, mediatore interculturale, responsabile sociale in cooperative d’inserimento lavorativo e molti altri.

Bari, firmato protocollo per riqualificazione delle aree libere dai binari

(11 ottobre 2011) BARI - Il capoluogo della Regione Puglia è pronto a "cambiar volto". Gli accordi con il Comune di Bari, le Ferrovie dello Stato, le Ferrovie Appulo Lucane e le Ferrovie Bari Nord, si sono conclusi lunedì nella capitale, presso la sede di rappresentanza regionale, con la firma del protocollo che permetterà un riassetto del nodo ferroviario di Bari e la riqualificazione urbanistica delle aree liberate dai binari. In seguito al riassetto, il fascio dei binari impegnerà solo 50 metri, anziché i 130 attuali, e di conseguenza saranno liberate delle aree destinate in futuro a nuovi usi urbani. La riqualificazione degli spazi della città, è stata valutata attraverso dei grafici preparati dal Comune e che serviranno come trampolino di lancio alle idee che scaturiranno dal concorso internazionale “Bari Centrale”, bandito per individuare nuove funzioni e interventi da attuare in quelle aree oggi occupate dai binari.

Inchiesta Lavitola, incontro fra i pm di Bari e Roma

(10 ottobre 2011) BARI – Metti un giorno al “tavolo tecnico” il procuratore aggiunto di Bari Pasquale Drago e il procuratore capo di Roma Giovanni Ferrara e ci sarà un bel summit sui casi relativi ai rapporti fra Silvio Berlusconi, Valter Lavitola e Giampaolo Tarantini. L’incontro che si è tenuto oggi verteva sui confini delle inchieste di cui sono titolari le due procure, quella di Bari riguardo all’ex direttore dell'Avanti, latitante, accusato d’induzione a falsa testimonianza e quella della Capitale, incentrata sulla presunta estorsione ai danni del premier, per la quale sono indagati oltre a Lavitola anche i coniugi Tarantini.

Caso Laudati, Csm: 6 magistrati interrogati tra oggi e domani

(10 ottobre 2011) BARI – Continuano le audizioni da parte della Prima Commissione del Csm, in merito al caso Laudati, che vede il capo della Procura di Bari accusato dal suo ex sottoposto, Pino Scelsi, di aver volontariamente ritardato l’inchiesta Tarantini per favorire la posizione del Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi. Dopo le dichiarazioni del procuratore capo, il 22 settembre scorso, e ancor prima, il 19, quelle del suo accusatore Scelsi, tra oggi e domani si svolgeranno a Palazzo dei Marescialli gli interrogatori di altri sei magistrati baresi, come persone informate sui fatti, per fare chiarezza sulla posizione di Laudati. Oggi è il turno dei pm Ciro Angelillis ed Eugenia Pontassuglia, titolari del fascicolo su Tarantini, subentrati a Scelsi dopo il suo trasferimento alla Procura Generale. Verrà anche ascoltato Renato Nitti, coordinatore del pool di magistrati che si occupa delle inchieste sugli appalti truccati nella sanità pugliese. Domani invece, sarà la volta dei procuratori aggiunti Pasquale Drago e Annamaria Tosto, e del presidente dell’ufficio Gip-Gup del Tribunale, il giudice Antonio Lovecchio.

Ztl, stop alle auto senza pass: pronte le telecamere di controllo nella Città Vecchia

(10 ottobre 2011) BARI - Sperimentazione terminata, le telecamere per il traffico limitato a Bari Vecchia saranno ufficialmente attive dalle ore 21 del 19 ottobre. Al via quindi all’attuazione della Ztl, con pochi cambiamenti rispetto alla prima fase di prova, solo che le sanzioni e i controlli saranno maggiori. In questi giorni alcuni incaricati parleranno con residenti i commercianti della zona interessata, per chiarire gli eventuali dubbi sulla messa in pratica delle telecamere.

Consigli per gli acquisti

Ultimi Articoli