Facebook

Un grido d’allarme della FIPE Confcommercio Bari, perché da mesi ogni giorno dopo le ore 22 i ristoratori, proprietari di pizzerie, bar e caffetterie temono il peggio. Ormai fuori controllo gli atti vandalici a danno di residenti e attività commerciali nei quartieri Murat, Libertà e Poggiofranco di Bari. Un fenomeno che dalle periferie si sta espandendo nelle vie principali di numerosi quartieri del capoluogo pugliese. Ristoratori e commercianti, non sono affatto tranquilli.

“Nonostante la polizia municipale e le forze dell’ordine siano a conoscenza di quanto accade in città – spiega Vito Scalera Presidente FIPE Confcommercio Barinon ci sentiamo tutelati. Nessun provvedimento ci risulta essere stato preso. Ogni giorno ricevo segnalazioni e telefonate da colleghi ristoratori, del quartiere Poggiofranco, un tempo considerato d’élite, oggi in mano a piccoli vandali che agiscono indisturbati e strafottenti. Servono più controlli, maggiore illuminazione in alcune strade, e magari l’installazione di videocamere di sorveglianza. Qualche giorno fa dopo la mezzanotte proprio nel quartiere Poggiofranco una pizzeria è stata derubata, stessa sorte ad altri locali, i cui titolari raccontano di non sentirsi al sicuro, a causa della zona troppo buia e per niente controllata dalle forze dell’ordine. Abbiamo assistito alle vetrine ridotte in frantumi in pieno centro.”

FIPE Confcommercio Bari, in seguito all’escalation di reati, “si appella alle istituzioni perché facciano qualcosa e in fretta, prima che certi episodi possano degenerare. Il periodo che il settore del commercio sta vivendo non è semplice, si lavora nella speranza di una ripresa economica e poi ci si ritrova a dover subire queste azioni. Chiediamo al sindaco e alle forze dell’ordine un incontro in modo da poter mettere a punto insieme degli interventi ma soprattutto di agire immediatamente”.