Per riuscire a contrastare il gran numero di richieste da parte dell’utenza, il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, dopo la possibilità di impiegare i medici in pensione, ha deciso con una nuova ordinanza di impiegare all’interno dei pronto soccorso anche i medici in formazione specifica di Medicina Generale e i medici assegnatari di formazione specialistica che non hanno ancora iniziato a frequentare il primo anno di corso.

Nella serata di ieri il governatore ha emanato l’ordinanza numero 275 per la riorganizzazione dell’attività dei pronto soccorso e garanzia dei ricoveri d’urgenza che prevede: “i Direttori Generali delle Aziende Sanitarie Locali e Aziende Ospedaliere, oltre ai provvedimenti già previsti dalla citata ordinanza, potranno – in estremo subordine – adottare provvedimenti urgenti per il coinvolgimento nelle attività nell’ambito delle postazioni di Continuità assistenziale collocate in zone filtro in prossimità del Pronto Soccorso, anche di medici in Formazione Specifica in Medicina Generale secondo i termini e le modalità definiti dalla normativa emergenziale e medici assegnatari dei contratti di formazione specialistica che non hanno ancora iniziato a frequentare il primo anno di corso”.