I concorsi pubblici e le selezioni interne all’Amtab diventano un caso e imbarazzano la Pubblica Amministrazione. Il postificio su ruote si arricchisce di un nuovo capitolo: la selezione del nuovo coordinatore del Centro Operativo.

La vittoria, dopo diverse rinunce, è andata a un iscritto Cisl. Sempre Cisl è il sindacalista il cui nipote ha vinto il concorso di responsabile dell’officina, mentre tra i collaboratori d’ufficio, tra gli assunti spiccano i nomi del geometra di cui ci siamo già occupati in passato e quello della storica segretaria del direttore generale, Francesco Lucibello.

La notizia girava da tempo nei corridoi dell’Amtab. Questa volta, però, mago Antonio non ha fatto in tempo a intercettare il chiacchiericcio. Sta di fatto che il caso dei concorsi della municipalizzata del trasporto pubblico locale barese è finito nel mirino della Commissione Trasparenza.

Il presidente dell’organismo ha scritto a tutti i sindacati e soprattutto al sindaco di Bari, Antonio Decaro, per avere chiarimenti rispetto ai sospetti che stiamo sollevando da alcune settimane.

Non sappiamo se primo cittadino e sindacati abbiamo risposto al presidente Filippo Melchiorre (Fratelli d’Italia) e quindi a tutti i cittadini baresi, pugliesi e italiani che avrebbero avuto le carte in regola per partecipare alle selezioni pubbliche dell’azienda privata a totale capitale pubblico.