Puglia e Sardegna, ancora una volta, sono in pole position tra le regioni costiere italiane. Per entrambe si registra il sold out per la prossima stagione turistico balneare. L’indiscrezione emerge da una prima indagine svolta da Federbalneari Alberghi, associazione di categoria del turismo alberghiero del mare.

Secondo l’associazione ci sono già ottimi segnali di ripresa del settore. Sebbene il panorama internazionale non sia ancora omogeneo e ci siano stati dei segnali di perdita, le prenotazioni per i mesi di luglio e agosto sono già sold out. Si prevede una stagione turistica molto intensa e prolifica in termini di guadagni. Il vero problema è quello dei collegamenti aerei.

Il problema sembra essere in fase di risoluzione. Nelle ultime settimane le compagnie aeree che volano sugli scali pugliesi di Bari e Brindisi hanno attivato nuove rotte in vista del periodo estivo. Il potenziamento è stato fatto sia dall’estero che verso l’estero. Un modo per incentivare il turismo internazionale in entrambi i sensi.

Il presidente di Federbalneari Italia Marco Maurelli chiede una accelerazione al ministro Garavaglia per l’attivazione del green pass. Il green pass vaccinale consentirà gli spostamenti tra Paesi dell’Unione Europea e potrebbe salvare la prossima stagione estiva, un settore che vale 11,2 miliardi per il sistema turistico nazionale.

Secondo Maurelli il Green pass consentirà alle mete turistiche di essere competitive a livello europeo, soprattutto nei confronti di quei paesi che si sono già mossi in questa direzione. Tra questi ci sono in primis la Grecia, promotrice dell’iniziativa, e anche Spagna, Croazia, Austria, Polonia, Danimarca, Estonia e Finlandia”.