“In nome di San Nicola e in piena emergenza sociale, economica e sanitaria, non si sprecano 50mila euro di soldi pubblici! Ecco perché, con un’apposita interrogazione scritta, BariEcoCity ha chiesto al sindaco di Bari di revocare in autotutela la delibera di giunta comunale 139 del 12 Marzo 2021. Malgrado la pandemia avanzi, si sia in zona rossa, gli ospedali siano in grave emergenza e il tessuto economico cittadino sia allo stremo, l’amministrazione comunale pensa di “festeggiare” e organizzare il 7 maggio uno spettacolo in strada della durata di 90 minuti, al costo di 50mila euro”. Bari Ecocity, per voce del presidente Giuseppe Carrieri, non fa sconti all’amministrazione comunale, rea di aver previsto un costoso evento dato l’annullamento del Corteo Storico di San Nicola.

“Per noi é inaccettabile sprecare una valanga di soldi pubblici in questo modo e festeggiare, in pieno lockdown, il Santo Patrono con performance artistiche nuove e differenti – punta il dito Carrieri . Stupefacente è il grado di scollegamento con la realtà della giunta comunale, che in luogo di attivarsi per porre in essere iniziative di assistenza sanitaria ed economica in favore dei Cittadini, decide di impiegare il suo tempo (e tanti soldi pubblici) per attività ludiche, il cui bisogno é avvertito solo da qualche assessore”.

“Del tutto immotivata e oscura è la decisione di offrire lo spettacolo solo a televisioni regionali e senza contropartite economiche, malgrado l’iniziativa sia finanziata con soldi pubblici. Sotto questo ultimo aspetto – conclude -, nel caso la delibera non venga revocata, preannunziamo l’inoltro di un esposto alla Corte dei Conti per la verifica di danni erariali. Il Direttivo di BariEcoCity”.